TFrutta, l’App che ti restituisce in denaro parte della spesa

Fare la spesa risparmiando? Ora si può, grazie alle tante applicazioni e siti da cui è possibile scaricare i buoni sconto (coupon) da presentare alla cassa per alleggerire il carrello della spesa. Di esempi ce ne sono diversi: da Kliccapromo.it a Sconty.it, a Scontomaggio.com, fino ad arrivare ai portali dei principali marchi.
Oggi, però, vorrei parlarvi di un’App sui generis, recentemente acquisita dal gruppo Sia: TFrutta. Un’applicazione che ti restituisce in denaro l’equivalente valore del buono sconto. Nei giorni scorsi ne ho testato personalmente il funzionamento e posso dire che il suo utilizzo è davvero facile e intuitivo.
La prima cosa da fare è scaricare TFrutta sul proprio cellulare, direttamente dallo store di Google per i cellulari Android o dallo store di Apple per i cellulare iPhone, per poi registrarsi in pochi e semplici passi (la registrazione si può fare anche da pc collegandosi al sito www.t-frutta.it). A registrazione conclusa è subito possibile consultare, sia da pc sia da smartphone, i prodotti e i marchi che restituiscono il denaro.

T-Frutta

Come utilizzare i coupon?
I prodotti oggetto di promozione sono suddivisi per categorie: colazione, a tavola, freschi, conserve, condimenti, snack e dolci, bevande, drink, persona, casa e animali. Per ogni coupon viene indicato il valore monetario dello sconto e cliccando sulla lente di ingrandimento è possibile accedere alla descrizione del bene. Per ogni prodotto, poi, in alto a destra è presente un cuoricino: accendendolo si inserisce il coupon nella lista dei preferiti. L’applicazione TFrutta è completamente digitale. Il buono sconto non va stampato e non deve essere presentato alla cassa. Una volta fatta la spesa basta fare una fotografia allo scontrino direttamente dall’applicazione TFrutta (occhio, però, lo scontrino deve essere parlante, nel senso che deve riportare il nome del prodotto). È importante che lo scontrino riporti il logo e il nome del supermercato, riportato nella parte alta della ricevuta di pagamento, e la data della spesa, generalmente riportate alla fine della ricevuta. E se lo scontrino è molto lungo basta aggiungere altre foto dopo il primo scatto. Ultimati gli scatti si clicca sul bottone “Fine” e si invia lo scontrino a TFrutta. Il sistema riconoscerà i prodotti oggetto di promozione e accrediterà il valore del coupon in un borsellino virtuale visualizzabile direttamente dall’applicazione. L’utente potrà poi chiederne l’erogazione in qualsiasi momento e in modalità differenti: paypal, bonifico bancario e anche assegno circolare. Volendo, è possibile anche fare delle donazioni.

Se TFrutta non riconosce lo scontrino
Può capitare che, dopo aver scattato la foto, il sistema non riconosca tutti i prodotti oggetto di promozione. A me è capitato. Dei tre beni acquistati solo uno è stato riconosciuto dal sistema, che mi ha subito accreditato nel borsellino virtuale il controvalore del coupon: 1 euro. Ma niente paura, un procedimento guidato mi ha aiutato a forzare il sistema attraverso una scansione del codice a barre dei prodotti. Sempre da TFrutta ho inquadrato gli altri due prodotti in promozione e  l’applicazione mi ha riconosciuto un ulteriore premio di 2,20 euro. Valore complessivo del borsellino virtuale 3,20 euro, a fronte di una spesa di 29 euro (circa l’11%). In caso di problemi con il riconoscimento dei prodotti in promozioni è anche possibile contattare lo staff di TFrutta direttamente dall’App.

Tempi di utilizzo
Fare la spesa con i buoni sconto nella maggior parte dei casi può essere un vero e proprio lavoro. Su siti e applicazioni bisogna andare alla ricerca dei coupon immessi sul mercato dai diversi marchi. Poi, è necessario stamparli e prima di presentarli alla cassa bisogna verificare se il supermercato o il negozietto presso cui ci riforniamo accetta i buoni sconto. Altrimenti occorre spostarsi e andare alla ricerca del supermercato “su misura”, con ulteriore perdita di tempo. Tempo che non tutti hanno.
Con TFrutta il tempo netto che ho impiegato per avere l’accredito sul borsellino virtuale è stato davvero di pochi minuti. I prodotti oggetto di promozioni li ho individuati direttamente al supermercato, mentre facevo la spesa. Vado in cassa, pago, e arrivato a casa, dopo aver sistemato la spesa, fotografo lo scontrino. Tre scatti in meno di 30 secondi. Peccato che TFrutta non abbia riconosciuto subito tutti i prodotti. Altrimenti il tempo medio sarebbe stato veramente da guinness.